Sangue sulla provinciale. Roberto muore sul colpo, grave la moglie incinta


Ancora una tragedia sulle strade siciliane, l’ennesimo in questi giorni. Un morto, Roberto Muscia di 34 anni, e tre feriti, tra cui una donna in stato di gravidanza, è il bilancio di un incidente avvenuto stasera al bivio Camemi, sulla strada che collega piazza Armerina a Gela. Roberto Muscia, di San Michele di Ganzaria, nel Catanese: viaggiava a bordo della sua auto con la moglie incinta, rimasta ferita così come i due automobilisti che viaggiavano a bordo di altre due vetture coinvolte nello scontro.

Ferite e trasportate in ospedale anche altre tre persone che viaggiavano a bordo di altre autovetture e di una moto che sono state coinvolte nell’incidente stradale. Dalle prime analisi sembra che la Peugeot Bianca abbia perso aderenza con il manto stradale a causa della pioggia che si stava riversando in quella fatidica ora, finendo nella corsia di marcia opposta dove ha tamponato altre auto. Oltre ai soccorsi medici del 118, sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco e la polizia stradale di Enna per i rilievi del caso. Continua dopo la foto




Per consentire i soccorsi e poi i rilievi, la strada che da Piazza Armerina va verso Gela è stata chiusa al traffico tra lo svincolo di Contrada Camemi e lo svincolo di San Cono per diverso tempo. Le cause della tragedia sono ancora al vaglio della polizia stradale. Dolore e incredulità quando nella sua comunità si è diffusa la notizia della morte di Roberto Muscia Molti i messaggi di cordoglio affidati ai social che ricordano Roberto Muscia come un “gigante buono”, ben voluto da tutti e cittadino attivo. Continua dopo la foto



Due giorni fa un altro incidente mortale in Sicilia con il bilancio che oggi si è aggravato: due le vittime dello schianto al bivio Misilbesi, lungo la statale 624 Palermo-Sciacca. Michele Ferrara, 50 anni, commerciante di Sambuca di Sicilia, è morto anche Vincenzo Rizzuto, il 18enne che era stato ricoverato in gravi condizioni nell’ospedale di Sciacca. Continua dopo la foto



 


Sono invece stazionarie le condizioni dell’altra persone rimasta ferita, Annamaria Lombardo, moglie di Ferrara. La coppia viaggiava su un’auto che, per cause non ancora accertate, si è scontrata frontalmente con la Renault Twingo guidata dal giovane. Un dolore al quale si aggiunge quello per la scomparsa di Roberto Muscia, che non vedrà mai la sua piccolina.

Ti potrebbe anche interessare: Schianto tra Tir, inferno sulla A4: un morto e 3 feriti gravi. Strage senza fine