Drogato, ubriaco e senza patente fa strage: morte 3 persone


Senza patente e con una intossicazione di alcool e cocaina. Le analisi del sangue fatte dall’ospedale di Ancona a Marco Orazietti non mentono e raccontano un quadro terribile. Il 31enne è rimasto gravemente ferito alla testa – ha una commozione cerebrale – nello schianto avvenuto a Colombarone, in provincia di Pesaro, dove hanno trovato la morte la fidanzata Silvia Lucarelli, di 33 anni, barista, madre di una bambina di 8 anni e la coppia di conviventi Roberto Carosio e Oriella Bonerba di 60 e 61 anni, residenti a Pesaro in una casa popolare di via dei Lavoratori.

Roberto Carosio e sua moglie Oriella – lui impiegato in un’azienda di manutenzione di sedie a rotelle, lei donna delle pulizie del Tribunale di Pesaro – sono state le prime due vittime accertate, morte sul colpo. I due viaggiavano a bordo di una Fiat 600, sulla corsia di marcia in direzione di Pesaro. Stavano tornando a casa dalla Romagna dove si erano recati a pranzo. A seguito dell’impatto, l’auto è finita contro un muretto su una stradina laterale e i coniugi sono morti sul colpo. (Continua a leggere dopo la foto)




L’auto della coppia ha affrontato una semicurva nella zona di Siligate con una velocità troppo elevata: dopo un testacoda il 31enne ha perso il controllo del mezzo ed è andato a schiantarsi contro una Fiat seicento rossa. All’interno dell’ospedale i parenti stretti della vittima urlavano contro quell’amicizia che legava Silvia Lucarelli a Marco Orazietti, un giovane 31enne di professione pescatore, ma noto alle forze di polizia. (Continua a leggere dopo la foto)



Una cosa che non piaceva ai parenti di Silvia ma che non impediva ai due di frequentarsi: loro relazione sentimentale andava avanti da molti anni. Dopo il terribile schianto per Silvia Lucarelli, che sedeva accanto a Marco Orazietti che per la coppia sull’utilitaria, non c’è stato scampo. I tre sono morti di lì a pochi minuti. Silvia era mamma di una bambina avuta da una precedente relazione. E ieri la bambina l’aveva affidata alla mamma di un’amichetta: erano al Burger King quando Silvia è ripartita poco prima dell’incidente per andare a prendere Marco Orazietti, il quale, secondo una prima ricostruzione della polizia municipale, si è poi seduto alla guida pur non avendo la patente di guida. (Continua a leggere dopo la foto)



 

L’aver trovato il conducente della vettura positivo all’alcool e allo stupefacente unito al fatto che non ha mai conseguito la patente di guida di tipo B (ha solo un patentito per guidare ciclomotori 50 cc) rende la posizione di Marco Orazietti particolare difficile. L’uomo è accusato di omicidio stradale plurimo aggravato dalla positività all’alcool e agli stupefacenti.

Dramma in autostrada: genitori morti sul colpo, il figlio (6 mesi) salvo per miracolo