Esplosione al mercato, Tiziana è morta. Lascia 3 bambini


Non ce l’ha fatta Tiziana Nicastro, 42 anni. La donna, madre di tre figli, era rimasta ferita dall’esplosione della bombola di gas al mercatino rionale di via Madonna del Rosario, a Gela. È stata ricoverata per otto giorni al Civico di Palermo con ustioni nel 60 del corpo.

Nicastro, il 5 giugno, era al mercatino per fare qualche acquisto quando è stata travolta dalla fiammata sprigionata dal camionicino che vendeva polli allo spiedo. Ora con la prima vittima potrebbe aggravarsi la posizione di Carlo Catanese, 45 anni di Grotte (provincia di Agrigento), proprietario del furgone alimentare. In prognosi riservata, anche tre donne ricoverate al Cannizzaro di Catania e un ragazzino di 14 anni. Tiziana Nicastro lascia 3 figli. L’esplosione si era verificata mercoledì 5 giugno, , in via Madonna del Rosario, nei pressi della stazione centrale. Continua dopo la foto




Come riporta La Sicilia, la bombola di gas a bordo di un camion allestito per la ristorazione è improvvisamente esplosa investendo decine di persone che si trovavano nei pressi del mezzo adibito a rosticceria per la preparazione di polli allo spiedo. Da quanto si è appreso e come rendono noto anche i vigili del fuoco, subito intervenuti sul posto, a mezzo Twitter, ci sarebbero sette feriti di cui due gravissimi. Continua dopo la foto



Le persone rimaste ferite sono state trasportate all’ospedale Vittorio Emanuele di Gela, mentre le due in condizioni più gravi – tra cui una ragazza – in quelli di Palermo e Catania. Purtroppo poi, Tiziano Nicastro non ce l’ha fatta. Al momento dell’esplosione il mercato era molto affollato, si legge ancora su La Sicilia, e poteva essere un massacro. Alcuni testimoni hanno riferito di aver visto diverse persone fuggire con gli abiti in fiamme, prima di essere soccorse. Continua dopo la foto



 


Le cause dell’esplosione non sono ancora note, ma probabilmente a deflagrare sarebbero state delle bombole di gas presenti sul camion, dopo aver preso fuoco per cause che sono ancora in via di accertamento. Sul posto sono subito intervenuti polizia, carabinieri, vigili del fuoco, diverse ambulanze del 118 e due elisoccorso, che hanno provveduto a trasferire al reparto Grandi Ustionati dell’ospedale Civico di Palermo e a quello di Catania i due feriti più gravi.

Ti potrebbe anche interessare: Malore fatale durante il calcetto, poliziotto muore davanti agli amici