Dramma alla fermata: passeggero scende dal bus e viene agganciato, travolto e ucciso


Tragedia alla fermata del bus nelle scorse ore a Torino. Un uomo che era appena sceso da un mezzo pubblico è stato agganciato dallo stesso autobus che non si è accorto di lui travolgendolo e uccidendolo. Il dramma si è consumato nella notte tra martedì e mercoledì in via Massari, nei pressi di piazza XVIII Dicembre. La vittima è un uomo di 33 anni di origine pakistane ma da tempo residente in Italia. Il mezzo coinvolto invece è un autobus della Gtt (Gruppo Torinese Trasporti), l’azienda  pubblica del trasporto pubblico locale.

Erano circa le due della notte di mercoledì e il mezzo, che era impegnato nella linea urbana 10, aveva appena fatto scendere la vittima alla fermata di piazza XVIII Dicembre lato ovest quando è avvenuto il dramma. (Continua a leggere dopo la foto)




Secondo una ricostruzione dell’accaduto effettuata dagli agenti della Squadra Infortunistica del Reparto Radiomobile della Polizia Municipale Torino, che sono accorsi sul posto e hanno effettuato i rilievi del caso, il 33enne probabilmente doveva attraversare la strada e stava aspettando il passaggio dello stesso autobus che doveva tornare in via Massari per l’ultima corsa della notte dopo l’inversione alla rotonda. (Continua a leggere dopo la foto)



A questo punto qualcosa è andato storto. Per motivi tutti da accertare, l’uomo è stato agganciato dall’ultima ruota del mezzo di trasporto pubblico e in pochi attimi si è ritrovato sotto l’autobus ed è stato travolto senza avere scampo. (Continua a leggere dopo la foto)



Dopo l’allarme lanciato dallo stesso autista del mezzo, sul posto sono accorsi in poco tempo i sanitari del 118 con l’ambulanza ma le condizioni del trentatreenne sono apparse subito molti gravi. I soccorsi hanno provato a rianimarlo ma ogni sforzo si è rivelato inutile e l’uomo è morto poco dopo.