Bimbo di 3 mesi colpito da meningite fulminante: in gravissime condizioni


Un neonato di tre mesi è arrivato ieri in condizioni critiche all’Ospedale San Paolo di Savona, in Liguria, dove gli è stata riscontrata una sepsi meningococcica. Un’equipe del Gaslini si è recata al San Paolo, ha stabilizzato il piccolo e lo ha trasportato alla Rianimazione del pediatrico genovese. Il piccolo è poi stato emodinamicamente stabilizzato, sedato e intubato per il trasporto d’urgenza all’ospedale di Genova, dov’è al momento ricoverato presso il reparto di Rianimazione pediatrica.

Le condizioni del piccolo oggi sono critiche ma stabili, rispetto a ieri si rileva un significativo miglioramento. Lo rende noto il Gaslini. La prognosi neurologica sarà definita dopo la risonanza del cervello che avverrà nelle prossime ore. Sono stabili le condizioni del neonato. La risonanza al cervello del bimbo è stata eseguita e ha evidenziato e confermato un quadro di meningite senza ulteriori complicanze neurologiche. Il quadro clinico è quello tipico dell’infezione da meningococco, si attende definitiva conferma batteriologica. (Continua a leggere dopo la foto)




In relazione all’episodio è stata fatta subito la segnalazione all’Ufficio di Igiene dell’Asl 2 per l’avvio della chemioprofilassi ai contatti più stretti, già in buona parte effettuata. Per il trattamento del bimbo ed il suo quadro clinico è stata provvideniziale la tempestiva collaborazione tra l’Asl 2 e l’Istituto Gaslini, con il successivo trasferimento del piccolo nella struttura di Rianimazione pediatrica del nosocomio genovese. Le sue condizioni restano ancora gravi. (Continua a leggere dopo la foto)



Meningite sintomi: la meningite meningococcica appare generalmente nel primo anno di vita. Il meningococco si diffonde sia con le goccioline respiratorie che con il contatto diretto e si replica nella parte superiore della faringe. I sintomi non sono facilmente prevedibili: febbre, vomito, irritabilità, convulsioni, pianto a toni alti e le fontanelle, quelle zone molli che nei neonati fungono da giunture delle ossa piatte della calotta cranica, risultano tese e pulsanti. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Può essere causata da batteri, virus o altri microrganismi, e meno frequentemente riconosce un’eziologia neoplastica, autoimmune o iatrogena (da farmaci). Può essere altresì classificata a seconda del suo andamento in acuta, subacuta o cronica; le varie forme riconoscono cause in genere differenti. La gravità di una meningite è molto variabile: da forme asintomatiche o subcliniche, per esempio nel contesto di malattie sistemiche, a episodi fulminanti, che mettono a rischio immediatamente la vita, e si configurano come emergenze mediche.

Schianto in moto sulla strada del mare: Walter muore, la fidanzata è gravissima